giovanni-ruvolo- firma copia

GIOVANNI RUVOLO©Copyright  - Viale Stefano Candura 57

info@giovanniruvolofotografo.it

 

93100 Caltanissetta - Tel: +39 3898320807

P.IVA 01978890851


phone
whatsapp
instagram
linkedin
facebook

phone
whatsapp
instagram
linkedin
facebook

GIOVANNI RUVOLO

svtrusted-italian

Privacy Police

Il Ritratto

2019-12-21 00:50

Admin

Lezioni di fotografia, ritratto, portrait, il ritratto fotografico,

Il Ritratto

Fotografare la gente è un pò fotografare se stessi.

news13-1581324830.png

Il ritratto è il genere fotografico più diffuso nel mondo della fotografia. 

Per cui tutti i fotografi, anche quelli amatoriali, prima o poi si troveranno ad affrontare questa situazione ed è per questo che bisogna saper gestire le problematiche che possono presentarsi.Innanzi tutto cos’è il ritratto? E’ solo la rappresentazione delle fattezze, più o meno belle, di una persona? E’ la voglia di fare apparire le persone meglio di come sono restituendo loro una bellezza che non hanno mai avuto o la voglia di essere quello che non sono? E’ un esercizio di stile per dimostrare a se stessi (il fotografo) che sa usare le luci e impostare un mood accattivante?
No. per me niente di tutto questo. Per quello che mi riguarda il ritratto è qualcosa di più, e lo realizzo partendo dalla persona che sto ritraendo. Per quale motivo ha deciso di farsi fotografare?Perchè l’approccio al ritratto, secondo me, non è mai casuale, ha sempre una spinta interiore che diventa bisogno. Ho voglia di fare vedere come effettivamente sono; ho voglia di "immortalare" la mia immagine e appunto renderla immortale, fissa nel tempo che scorre e che inesorabile cambia le fattezze; ho voglia di interpretare un soggetto o una situazione. E mille altri motivi ancora. 
Ecco che quindi il ritratto fotografico diventa importante  quando appunto incontra il bisogno dei soggetti e allora si innesca il meccanismo dell’interesse che il fotografo ha per quel bisogno che poi è anche il proprio bisogno di espressione.
Altra cosa è quando a progettare un ritratto è il fotografo che ha nella propria testa un progetto fotografico che necessita di uno o più soggetti. A quel punto il soggetto diventa interprete del pensiero creativo del fotografo che "lo usa" a suo uso e consumo attuando tutte le tecniche di ripresa che conosce e che, in base al proprio estro, possano aiutare a a raccontare quella storia e a sviluppare il progetto.
Infine c’è il ritratto estemporaneo, quello che il fotografo realizza perchè spinto da un impulso che è un misto di interesse artistico e  di voglia di espressione. E’ quello che accade nel reportage, nello street dove è l’immagine stessa a venire verso di te, a cercare "l’incidente fotografico" quell’impatto a cui non puoi sfuggire, perchè quella situazione che incontra la tua voglia di esprimerti.