facebook
linkedin

Servizi fotografici per : Wedding | Reportage | Progetti e Mostre |

GIOVANNI RUVOLO

{
Schermata2018-11-05alle09.08.18
logoGraphistudio
badge-golditIT2x
GIOVANNI RUVOLO©Copyright  - Viale Stefano Candura 57
info@giovanniruvolofotografo.it
formazione@giovanniruvolofotografo.it
93100 Caltanissetta - Tel: +39 3898320807
P.IVA 01978890851
SVtrusted-Italian
logomywedverticalwhite.svg

Privacy Police

{

ABOUT ME

Da molti anni faccio fotografie. E' una passione nata da ragazzo quando mi ritrovavo ad essere l'unico tra i miei amici a fare le foto dei nostri viaggi e di altre situazioni. Più in la comprai una reflex ovviamente a pellicola, ma dopo qualche anno passai alla pittura. Nel 2000 ripresi in mano una fotocamera digitale e li capii che l'amore per la fotografia non era mai scemato. Anzi il digitale lo riaccese

Decisi di aprire uno studio fotografico lavorando principalmente con fotografia pubblicitaria destinata al web.

Nel frattempo insegno grafica e ritocco fotografico nei corsi della Regione Sicilia.

Intanto le esperienze continuano incontrando tanti grandi della fotografia contemporanea cercando con loro confronto continuo come mezzo per la crescita professionale ed umana, ottendendo vari apprezzamenti professionali.

L'ultimo, in temini di tempo e del quale sono molto orgoglioso, è l'acquisizione da parte della Galleria Civica di Modena di una foto che il Maestro Franco Fontana ha selezionato dopo averla esposta alla mostra "Franco Fontana e Quelli di Franco Fontana".

Credo che un fotografo debba sviluppare una sensibilità non solo "ottica" ma "umana" perchè nelle foto possa fissare quelle cose che spesso risultano invisibili ma che invece ci sono, stanno lì, aspettando appunto qualcuno che dia loro vita "eterna". L'immortalare i momenti.

"Fotografare è un gesto intimo, devi entrare dentro le persone, i luoghi e le situazioni in punta di piedi ma deciso ad instaurare con essi un rapporto di reciproco interesse e rispetto. I soggetti fotografati diventano lo specchio delle tue emozioni che finalmente vedi riflesse in qualcosa di realmente tangibile".​